Torna al programma

  da 10:30

L’informazione come garanzia ed opportunità per il cittadino, le strutture sanitarie, le imprese [ co.28 ]

In collaborazione con il Ministero della Salute

L’aumentata circolazione di dati tra paziente e operatori sanitari, all’interno delle strutture del nostro SSN fino a arrivare ai terzi che con il sistema di assistenza e cura non hanno relazioni funzionali, pone la necessità della protezione e della sicurezza di questi dati.

Quando la trasformazione digitale si mette al servizio della salute e incrementa l’efficacia dell’atto medico o assistenziale, protezione e sicurezza dei dati deve essere la filosofia che guida la progettazione di un sistema complesso in cui le aspettative, le ansie delle persone incontrano l’attività dei professionisti sanitari.

Anzitutto, garantendo la persona e la sua dignità, con la rapida e piena applicazione del Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione dei dati personali. In secondo luogo, assicurando ai professionisti sanitari dati certi, nel giusto tempo e sicuri, nel senso che siano autorizzati. In sostanza vi deve essere un flusso ordinato che guarda alle esigenze della persona ma anche agli aspetti organizzativi delle strutture erogatrici (sia essa un ospedale o sul territorio).

Nel progettare si deve porre attenzione ai processi organizzativi ed alle esigenze degli operatori e si dovrebbero sentire i cittadini. Quindi privacy e security by design diventa un’urgenza quando si costruiscono i processi e i flussi; per stabilire insieme a tutti gli interessati cosa far “vedere” in modo diffuso su tutto il territorio nazionale decidendo anche sulla semantica. La sintesi delle operazioni semplici dovrebbe portare ad informazioni generali usabili per la programmazione aziendale, regionale, nazionale. E il FSE diventerà un pilastro fondamentale perché sta portando, diventando nazionale, ad una armonizzazione sentita da tutti gli operatori.

Cruciale poi il ruolo del Mercato. Le imprese di tecnologia avanzata, nel rispetto e nella condivisione delle esigenze soprariportate, investono nella ricerca, costruiscono il “prodotto” (qui entra in gioco AgID e la struttura di Piacentini per infrastrutture e standard). Alfine il prodotto è reso disponibile alle strutture pubbliche attraverso i processi di procurement governati dalle centrali di acquisto e ANAC.

La nota finale va alla considerazione che ogni nuovo processo, flusso o procedura che rende disponibili o consente di raccogliere dati dovrebbe rispettare il principio dell’efficacia e della sostenibilità quindi del valore prodotto. La ricerca tecnologica ci ha già portati sulla frontiera, nuovi dati possono essere disponibili: machine learning, realtà aumentata, teleassistenza, riabilitazione motoria e cognitiva, serious games. Siamo in grado di misurare il valore prodotto?

Programma dei lavori

Chairperson

Casciello
Massimo Casciello Direttore Generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica - Ministero della Salute Biografia
Massimo Casciello è laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Malattie Infettive e corsi di perfezionamento in Ematologia. Ricopre oggi il ruolo di Direttore Generale della digitalizzazione, del sistema informativo sanitario e della statistica presso il Ministero della Salute. Sempre presso il Ministero, nel 2000 ha ricoperto il ruolo di responsabile dell’ufficio ricerche della Direzione Generale della ricerca scientifica e tecnologia, e successivamente il ruolo di Direttore Generale della ricerca sanitaria e biomedica e vigilanza sugli enti.

 

Chiudi

Intervengono

Giovannini
Maria Pia Giovannini Responsabile Area Pubblica Amministrazione - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia

Laureata in matematica con lode a Roma all’ Università “La Sapienza” è Responsabile dell'Area Pubblica Amministrazione di AgID - Agenzia per l’Italia Digitale in cui è confluito il soppresso DigitPA, di cui è dirigente dal giugno 2012. Dal 2010 dirigente DigitPA, responsabile dell’Area “Regole, standard e guide tecniche”. Dal 2004 dirigente CNIPA, responsabile dell’Ufficio “Sistemi per l’Efficienza della Gestione delle Risorse Umane e finanziarie e dei flussi documentali e servizi on line per le PA”. Dal 1999 responsabile dell’Area “cooperazione applicativa” del Centro Tecnico RUPA. Referente nazionale per i progetti in materia di dematerializzazione e gestione flussi documentali, area amministrativa contabile e sistemi di pagamento elettronico e rappresentante nazionale della pubblica amministrazione nell’ambito di comitati della Commissione Europea. 

Chiudi

Daga
Intervento di Maria Cristina Daga al convegno: "L’informazione come garanzia ed opportunità per il cittadino, le strutture sanitarie, le imprese"

La crescente digitalizzazione del settore sanitario impone alle strutture sia pubbliche che private di valutare, attentamente, gli aspetti legati al trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale dei pazienti trattati con strumenti informatici e digitali ed in particolare gli aspetti legati alle misure di sicurezza da adottare a protezione dei dati.

Maria Cristina Daga Senior Legal Consultant - P4I – Partners4Innovation Biografia Vedi atti

Maria Cristina Daga è specializzata in protezione dei dati personali e degli aspetti legali della sicurezza informatica e dell’evoluzione tecnologica. E’ autrice di numerosi articoli ed ha partecipato come relatrice a diversi convegni, seminari e workshop nel settore della protezione dati, del marketing e della sicurezza informatica, anche in ambito sanitario.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_28_daga.pdf

Chiudi

Modafferi
Francesco Modafferi Dirigente Dipartimento libertà pubbliche e sanità - Autorità Garante per la protezione dei dati personali Biografia
Francesco Modafferi (1965), dirigente del Dipartimento libertà pubbliche e sanità presso il Garante
per la protezione dei dati personali è docente a contratto di “Diritto della privacy” presso
l’università e-CAMPUS, ha una lunga esperienza quale formatore, autore di studi in materia di
privacy (l’ultimo “Lezioni di diritto alla protezione dei dati personali, alla riservatezza e all’identità
personale”, edito da Lulu.com- 2015) e relatore a numerosi convegni e seminari su temi attinenti
alla protezione dei dati personali.

 

Chiudi

Nardi
Sabrina Nardi Vice Coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato - Cittadinanzattiva - (TDM) e Direttore del Coordinamento naz. delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC).
Misericordia
Intervento di Paolo Misericordia al convegno: "L’informazione come garanzia ed opportunità per il cittadino, le strutture sanitarie, le imprese" - S@lute2017
Paolo Misericordia Direttore Innovazione - FIMMG Biografia Vedi atti

Medico di Medicina Generale, vive e lavora a Sant’Elpidio a Mare (FM). Ha conseguito il diploma di Master Universitario di 2° livello in “ e-Health “presso l’Università degli Studi di Camerino.

E’ responsabile dell’Area ICT e del Centro Studi Nazionale della Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale – FIMMG.

Ha ideato e coordinato lo sviluppo e la realizzazione di NETMEDICA ITALIA, una piattaforma su cloud che aggrega e standardizza i dati sanitari provenienti dai DB ambulatoriale dei MMG, consentendo la continuità informativa nell’assistenza, la consultazione dati in mobilità e modalità di valutazione evolute dei dati della MG italiana.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_28_misericordia.pdf

Chiudi

Schael
Thomas Schael Direttore Generale - Azienda Sanitaria della Provincia Autonoma di Bolzano Biografia

Manager ed esperto nella progettazione e gestione di organizzazioni complesse nel settore pubblico (Sanità, Istruzione, Previdenza) e privato (Telco, Servizi, R&D e ICT). Nei 30 anni della vita professionale e manageriale ha lavorato anticipando idee, concetti e metodi nel campo dell’organizzazione, del lavoro e dell’innovazione, che hanno prodotto progetti esemplari di change management ed integrazione tra organizzazione, persone e tecnologia in imprese pubbliche e private.

Da giugno 2015 Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige per la realizzazione della riforma del sistema sanitario della Provincia Autonoma di Bolzano con un progetto particolare di informatizzazione della sanità territoriale ed ospedaliera. 

Dal 2013 al 2015 Esperto Siveas dell’Age.Na.S. – Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, presso la Regione Piemonte. Partecipazione attiva alla stesura dei Programmi Operativi 2013-2015, alla riorganizzazione della rete ospedaliera e territoriale, alla razionalizzazione della spesa farmaceutica ospedaliera e territoriale, alla definizione delle strategie del sistema informativo sanitario regionale, alla messa a regime dei principali flussi informativi, e alla programmazione di gare per beni e servizi delle aziende sanitarie e la loro aggregazione presso la stazione unica appaltante SCR Piemonte.

Prima è stato Dirigente della Fondazione Opera San Camillo (2011-2013) per la gestione operativa del processo di merger&acquisition (cessione di ramo d’azienda) da Versilia Righi a Fondazione Opera San Camillo e la successiva direzione per la riorganizzazione e ristrutturazione della Casa di Cura San Camillo (146 posti letto, 210 dipendenti e 100 collaboratori liberi professionisti) per il raggiungimenti del pareggio economico. Partendo da una forte perdita negli ultimi quattro esercizi di Versilia Righi (tra 3 e 6 milioni), nell’esercizio 2012 riduzione della perdita del 50% a € 1,5 milioni e aumento del fatturato del 3 per cento a complessivamente 19.700.000 Euro.

Precedente esperienza da dirigente pubblico e innovatore in Sanità come Direttore Generale dell'ASL Magna Grecia di Crotone (2005-2007) per governare rilevanti cambiamenti strategici ed organizzativi oltre alla definizione di un piano di rientro triennale dai 70 milioni Euro di disavanzo rilevati fuori bilancio all’insediamento, come Commissario Amministrativo all'ASL Napoli 2 Nord (2010) per l’applicazione del piano di rientro della Regione Campania e attuazione di uno specifico piano d’azione con il recupero di 30 milioni Euro nell’esercizio 2010 oltre alla fusione delle strutture tecnico-amministrative delle tre precedenti ASL, come coordinatore della sperimentazione ministeriale Pharmaclick Punto Salute sulla distribuzione automatizzata dei farmaci in Italia (2009-2011), come coordinatore di tre cantieri sull’integrazione socio-sanitaria nella Regione Sardegna e sul sistema di monitoraggio socio-sanitario regionale con dirigenti e funzionari delle Direzioni Generali Sanità, Servizi Sociali e Lavoro (2008), come docente e ricercatore sulla comunicazione sociale della Faculty del Cergas SDA Bocconi (2008-2009).

Giornalista per la stampa specializzata e past-editor della rivista VoiceComNews sui temi del marketing, sales, customer service e front-line e gestione della relazione con il cliente in generale. È autore di oltre 150 articoli e di cinque libri pubblicati in italiano, inglese, francese e tedesco. È intervenuto come relatore su vari temi manageriali in numerosi convegni nazionali ed internazionali.

Chiudi

Torna al programma