Torna al programma

  da 15:00

La centralità del dato [ co.04 ]

Il dato sanitario rappresenta uno degli aspetti centrali rispetto al tema complessivo della sanità digitale per quantità, dimensioni, tipologia e strategicità. Ogni anno il Servizio Sanitario Nazionale produce centinaia di migliaia di Terabytes di dati clinici ed amministrativi riferibili a milioni di assistiti/pazienti. Questa quantità di informazioni rappresenta un problema tecnologico (la crescita esponenziale del fabbisogno di storage in sanità), ma soprattutto un enorme problema relativo alla sicurezza: gli attacchi a scopo terroristico così come quelli più prosaicamente correlati ad iniziative malavitose finalizzate all’ottenimento di riscatti in denaro colpiscono molto frequentemente le strutture sanitarie in ogni Paese del mondo.

Ma il dato sanitario (soprattutto quello tipicamente clinico) rappresenta anche un’enorme opportunità a livello scientifico: essere in grado di analizzare enormi quantità di informazioni più o meno strutturate, fornendo elementi di supporto alle decisioni cliniche, significa incrementare considerevolmente le capacità “predittive” di una medicina sempre più orientata alla prevenzione secondaria come strumento di contrasto quotidiano all’insorgere ed all’evolversi di patologie in situazioni sempre più complesse di multimorbilità.

Le tecniche di deep e machine learning applicate alla medicina forniscono agli operatori sanitari un supporto insostituibile, potendo fare in pochi minuti quello che l’uomo – forse – potrebbe riuscire a fare in qualche anno di lettura ininterrotta di centinaia di migliaia di documentazione scientifica. In un sistema sanitario sempre più interconnesso e diffuso fra ospedale e territorio, le piattaforme di clinical collaboration rappresentano la “prossima grande sfida” per l’healthcare information technology: si superano i confini del sistema informativo ospedaliero e/o territoriale, garantendo viste in profondità dei dati (e non già dei “documenti”) dei pazienti che possono essere condivise fra tutti gli attori coinvolti nei processi di diagnosi e cura.

Il tutto nel rispetto della riservatezza del dato sanitario, sensibile per definizione e antonomasia, alla ricerca di un equilibrio fra diritto alla privacy e tutela dell’interesse collettivo superiore in un servizio sanitario sempre più determinato alla responsabilizzazione dei pazienti.


In collaborazione con

Programma dei lavori

Modera

Longo
Alessandro Longo Direttore responsabile Agendadigitale.eu Biografia

Direttore responsabile delle testate specializzate Agendadigitale.eu (dal 2012) e Forumpa.it (entrambe del gruppo Digital 360), è anche collaboratore continuativo dal 2003 di Repubblica (con circa mille articoli pubblicati[1]), dell'Espresso (dove risulta nel colophon del giornale tra i collaboratori regolari) e del Sole24Ore. Circa un centinaio di inchieste sul mercato degli operatori telefonici e dell'Agenda digitale (temi su cui Alessandro Longo è specializzato) sono state pubblicate sulle prime pagine[2] di Repubblica e del Sole24Ore. Sempre nella veste di giornalista esperto di temi digitali, interviene dal 2010 a Uno Mattina e Uno Mattina in Famiglia su Rai 1[3]. Suoi interventi anche ad Agorà (Rai 3), A Conti Fatti (Rai 2) e Mi Manda Rai 3. Nel 2013 ha moderato il creatore del web Tim Berners Lee a un evento della Provincia di Trento. Nel 2016 ha partecipato all'evento Forumpa 2016 moderando il noto economista Jeremy Rifkin.
Nel 2015, un suo articolo ha vinto il premio Anfov, dedicato al giornalismo specializzato nelle telecomunicazioni[4].Anfov è una delle principali associazioni di categoria, dal 1982. Dal 2005 interviene regolarmente nei programmi della Radiotelevisione Svizzera (Radio 1) in qualità di esperto di temi digitali 

Chiudi

Keynote

Colli Franzone
Paolo Colli Franzone Direttore Generale - Netics Biografia

Paolo Colli Franzone, 58 anni, è co-fondatore e Direttore di Netics.

Da più di 25 anni si occupa di ICT nella Pubblica Amministrazione, con significative esperienze maturate sia sul versante dell’offerta che della domanda.

Strategic Advisor per alcune fra le principali aziende attive sul mercato IT della sanità, coordinatore degli Annual Report dell’Osservatorio Netics sull’innovazione tecnologica in PA e in Sanità e del Rapporto Annuale AISIS (Associazione Italiana Sistemi Informativi Sanitari), in passato ha diretto il Centro Studi “Catalis” di Federsanità ANCI.

Dal 2015 collabora, attraverso la società NetSquare – Osservatorio Netics, alla rilevazione “EMRAM” (Electronic Medical Record Adoption Model) promossa da HIMSS Analytics Europe.

Dal 2015 è Direttore Scientifico del Forum S@lute.

Chiudi

Intervengono

Giustozzi
Cyber-security: quali minacce per il SSN?
Corrado Giustozzi Esperto di cybersecurity - AgID Biografia

Esperto di cybersecurity. Componente del Permanent Stakeholders' Group dell'Agenzia dell'Unione Europea per la Sicurezza delle Reti e delle Informazioni (ENISA), esperto di sicurezza cibernetica presso l'Agenzia per l'Italia Digitale per lo sviluppo del CERT della Pubblica Amministrazione, componente del Consiglio direttivo di Clusit. Perito del Tribunale Penale di Roma per i crimini informatici, collabora anche da molti anni con le forze dell'ordine nel contrasto al cybercrime ed al cyberterrorismo. Membro di varie associazioni scientifiche e tecniche, componente di molteplici comitati scientifici, docente presso varie Università sui temi della sicurezza delle informazioni e della criminalità informatica, svolge inoltre un’intensa attività di divulgazione culturale della materia tenendo frequentemente conferenze e seminari specialistici. Giornalista pubblicista e membro dell'Unione Giornalisti Italiani Scientifici (UGIS), ha al suo attivo oltre mille articoli e quattro libri.

 

 

Chiudi

Meloni
Intervento di Fabio Meloni al convegno: "La centralità del dato" - S@lute2017
Fabio Meloni CEO - Dedagroup Public Services Biografia Vedi atti

Romano, 44 anni e con una laurea in ingegneria, Fabio Meloni vanta un’esperienza pluriennale nell’ambito della Business Technology Consultancy e della Digital Transformation nel settore pubblico, maturata in aziende del calibro di Accenture, Business Integration Partners e Avanade, da cui proviene. Dal 2016 in Dedagroup, è CEO della divisione Public Services.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_04_meloni.pdf

Chiudi

Magnino
Alessandro Magnino Responsabile Corporate Marketing - Vodafone Italia Biografia

Alessandro Magnino è Head of Corporate Marketing di Vodafone Italia con la responsabilità di definire l’offerta ed il go-to-market per i servizi e le soluzioni dedicate alle Grandi Aziende e alla Pubblica Amministrazione.

Entrato in azienda nel 2012 ha ricoperto ruoli in ambito Marketing, Pre-Sales e Sales nell’ambito della Direzione Enterprise

Prima dell’ingresso in Vodafone ha lavorato in Nokia ed in consulenza nel Gruppo Value Partners.

Chiudi

Aiello
Intervento di Stefano Aiello al convegno: "La centralità del dato" - S@lute2017
Stefano Aiello Partner - P4I – Partners4Innovation Biografia Vedi atti
Stefano Aiello, ingegnere, partner della società P4I, docente di Organizzazione della Digital Innovation presso il MIP, Direttore Scientifico dell'Executive Program in IT Governance della LUISS Business School e del Corso Avanzato in ICT Management della Bologna Business Schools.
 
Negli ultimi 20 anni, all’interno di società di management consulting, ha maturato vasta esperienza nella riorganizzazione dei processi di governo e gestione della Digital Transformation (Business Process Management, Enterprise Architecture, Portfolio Mgmt, Requirement Engineering, ICT Financial Mgmt, Sviluppo, PM/AgilePM, Testing, Service Level Mgmt, Deployment, User Support), nell’impostazione/revisione di contratti di IT Outsourcing e nella definizione di modelli di governo per la gestione dei rischi operativi. Parte del team di Spending Review coordinato dal commissario Carlo Cottarelli focalizzato all'organizzazione delle PA.
 
 
 

Chiudi

Atti di questo intervento

co_04_aiello.pdf

Chiudi

Torna al programma