Foto di montillon.a rilasciata in cc https://flic.kr/p/qRRofZ

Sanità digitale a rischio cyberattacchi. A S@lute 2017 i risultati dello Studio Netics

La sanità digitale in Italia non è sicura: i dati dei pazienti sono a rischio privacy, la sicurezza delle cartelle cliniche, l’anagrafe sanitaria di ciascuno di noi, è a rischio di attacchi informatici. E in generale il settore sanitario italiano è quello che più di tutti fa ricorso in Europa al cosiddetto Shadow IT, il software ombra: non è altro che l’uso di software non ufficiale, non standardizzato e spesso non sicuro per conservare, organizzare, gestire e trasmettere documentazione digitale sanitaria, risultati di analisi, immagini diagnostiche. È l’allarme che verrà lanciato ufficialmente al governo e al settore mercoledì e giovedì prossimi a Roma in occasione di S@lute, il Forum dell’Innovazione per la salute i cui lavori saranno aperti dal ministro Beatrice Lorenzin… continua a leggere l’articolo pubblicato su “La Repubblica – Affari&Finanza”, a firma di Stefano Carli.

Per l’occasione, mercoledì 20 a S@lute 2017, verranno presentati i risultati dell’indagine condotta da Netics, a cura di Paolo Paolo Colli Franzone, Responsabile scientifico

Foto di montillon.a rilasciata in cc https://flic.kr/p/qRRofZ