Foto di mira66 rilasciata in cc https://flic.kr/p/6Dz4ov

Premio “Innova S@lute2017”, come cambiare la sanità italiana

Si è chiusa la call per il premio “Innova S@lute 2017” ed è interessante notare a questo punto quanta attenzione ha sollecitato: 112 le soluzioni pervenute, un incremento del 10% in più rispetto all’edizione precedente, e un coinvolgimento di enti e aziende dislocate in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale. Sud (31%), centro (30%) e nord Italia (39%), tutti uniti in un unico obiettivo: la ricerca di innovazione per la salute. Tre le regioni più attive: Puglia, Lazio e Piemonte.
Il numero maggiore di progetti è stato presentato dalle strutture della sanità pubblica e privata, ma come abbiamo più volte sottolineato l’innovazione nasce nei territori e ci viene presentata l’immagine di un vivace interesse di startup e piccole e medie imprese innovative. Si apre una prospettiva concreta per il sistema salute, una molteplicità di progetti che portano alla luce la ricchezza dell’innovazione e una sanità diversa.
Al momento è possibile consultare tutti i progetti pervenuti sulla piattaforma FORUM PA CHALLENGE, in attesa che la giuria di esperti individui i vincitori per ciascuno dei sei ambiti: comunicazione con i cittadini e gli utenti; integrazione, medicina di prossimità e presa in carico degli anziani, dei cronici e delle fasce boli; educazione alla salute e al weelbeing; innovazione nel campo clinico-sanitario; amministrativo-gestionale; infrastruttura di comunicazione e collaborazione tra strutture, professionisti e amministrazioni.
Nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà durante S@lute2017, il 21 settembre, saranno comunicati i progetti vincitori decretati dalla Giuria. Tra tutte le candidature pervenute, TEVA Italia (partner incondizionato dell’iniziativa) individuerà le soluzioni migliori per il premio speciale TEVA.

Foto di mira66 rilasciata in cc https://flic.kr/p/6Dz4ov